Allcuni la chiamano MotoTerapia, noi non siamo terapeuti e vogliamo chiamarla Tutti in Moto. Vogliamo che tutti, senza nessun tipo di distinzione o disabilità, possano vivere le emozioni che solo le moto possono donare.

Utilizzare la moto come strumento terapeutico e come mezzo per abbattere barriere.

Dal 2020 la mototerapia è riconosciuta quale medicina complementare che può ben inserirsi nel processo riabilitativo che supporta gli aspetti emozionali aumentando le capacità di auto determinazione. La moto funge da attivatore emozionale ed agisce sul sistema relazionale, cognitivo, comportamentale, senso-motorio e motivazionale.

I volontari di No Barriers con le loro moto, direttamente o a supporto di promotori, partecipano o organizzano eventi con un unico scopo: aiutare ragazzi e adulti affetti da defict a prendere fiducia in loro stessi e donare momenti di spensieratezza, facendo vivere emozioni che abitualmente non vivono.

Nel corso degli anni i volontari hanno partecipato o sono stati promotori di una moltitudine di eventi di giornate in moto a favore di ragazzi con deficit, sviluppando capacità nel caricare in moto persone affette da diverse tipologie di disabilità, da persone in carrozzina fino a persone tetraplegiche, con l'unico scopo di far vivere loro emozioni diverse o nuove.

È attraverso i sorrisi e le emozioni di chi sale in moto che ci si rende conto di quanto una cosa che sembra semplice e scontata, in realtà per alcuni può essere la realizzazione di un sogno.